Al momento stai visualizzando Coros Apex: Prime Impressioni

Coros Apex: Prime Impressioni

Recentemente ho avuto modo di provare il Coros Apex. Sto anche testando il Suunto 9 Baro, la recensione arriverà a breve. Nel frattempo qualche prima impressione sul Coros.

Tra le cose che apprezzo in un orologio GPS c’è sicuramente l’autonomia elevata, il prezzo non troppo alto, le dimensioni non troppo ingombranti e la possibilità di avere la navigazione, anche solo in Breadcrumb.

Ero tentato dal Garmin 945, ma il costo mi ha fatto cambiare idea. Avevo appena acquistato altra roba da corsa, e poi non ero sicuro di aver bisogno di un GPS di fascia alta.

Avevo già letto molto sui Coros e mi incuriosivano. E tra i 4-5 prodotti del loro catalogo, il Coros Apex mi sembrava il più adatto.

Schermata principale

PRIME PROVE

L’Apex mi è sembrato un ottimo prodotto fin da subito. Ben costruito, anche piacevole nel look, da indossare tutto il giorno.

Con la rotella si naviga nel menù, mentre con il tasto inferiore si entra nelle varie opzioni. Tutto è realizzato per aumentare la facilità e semplicità di utilizzo e lo si vede anche dai menù.

Al polso resta ben saldo, è comodo da portare e davvero non mi fa rimpiangere modelli di dimensioni maggiori.

Ad oggi l’ho portato in diverse uscite, sia brevi che lunghe, e posso dire che il primo contatto è ottimo. Sembra effettivamente un modello ben riuscito.

Menù allenamento

Cosa mi piace:

  • il menù è davvero semplice e funzionale
  • le schermate allenamento e quella principale sono personalizzabili
  • i materiali sembrano di buona qualità e le dimensioni sono perfette per il mio polso
  • la batteria è straordinaria, anche allenandosi 4-5 volte a settimana dura moltissimo
  • si possono creare piani di allenamento personalizzati
  • l’app è molto ben fatta
  • la navigazione in Breadcrumb funziona a meraviglia
  • la sincronizzazione degli allenamenti su Strava è rapida
  • le notifiche sul telefono (chiamate, messaggi) sono ben leggibili
Navigazione

Cosa non mi piace:

  • la rotella è a volte troppo sensibile, bisogna abituarsi
  • il tasto sotto a destra non si può bloccare. Ma è anche vero che è difficile da premere accidentalmente
  • la luce dello schermo in stand-by potrebbe essere decisamente migliore, si legge perfettamente quando si è all’esterno, ma molto meno quando siamo al chiuso

Sono prime impressioni e quindi da verificare con un uso più intenso. Seguirà recensione completa, ma per ora il giudizio è decisamente positivo.


Gabri

Trail runner e (da poco) ultrarunner. Finto alpinista, vero escursionista. Adoro i tramonti in montagna e riempire lo zaino di troppe cose.